come si zippa una cartella

Come si zippa una cartella nei vari sistemi operativi: MAC vs Windows

Quando si lavora al computer è indispensabile conoscere degli strumenti che possano esserci molto utili per il lavoro. Uno di questi è il sapere come si zippa una cartella con Windows o MAC, ma nella pratica cosa significa il termine “zippare”?

Zippare è un termine del gergo informatico, che letteralmente significa “comprimere”. Con la compressione di una cartella si riduce notevolmente il suo peso e di conseguenza si risparmia spazio sulla memoria del PC oppure si riesce ad inoltrarla via e-mail.

Vediamo dunque in questa guida come procedere per zippare una cartella in entrambi i sistemi Windows e MAC.

Come si zippa una cartella su un dispositivo Mac?

Se si possiede un computer MAC non occorre installare un ulteriore programma, se si vuole zippare una cartella. Infatti si può procedere semplicemente utilizzando le impostazioni di questo sistema operativo.

In tutti i dispositivi MAC è incluso lo strumento Utility Compressione che permette di comprimere in modo semplice e veloce qualsiasi cartella e file.

Per zippare una cartella con MAC occorre selezionare la cartella che si preferisce, cliccare con il tasto destro del mouse e scegliere dal menù che appare la voce “Comprimi”.

Dopo aver fatto questo il sistema creerà in automatico un file con estensione .ZIP e al suo interno si troverà la cartella selezionata in precedenza. Il nome della cartella sarà lo stesso, ma nel caso in cui si volesse rinominarla si può fare cliccando con il tasto destro e selezionare dal menù la voce “Rinomina”.

Come comprimere file su Windows o Windows 10?

Se si utilizza un dispositivo Windows si ha la possibilità di zippare delle cartelle mediante la funzionalità di sistema Cartella Compressa, che permette di trasformare le cartelli in estensione .ZIP nel modo più semplice e intuitivo.

La compressione delle cartelle mediante questo sistema sarà leggera, nel caso in cui si voglia risparmiare ancora più spazio consigliamo di scaricare un’estensione esterna. Online si possono trovare innumerevoli software atti a questa funzione, oppure direttamente dal Play Store disponibile anche su Windows 10.

Dunque, tornando alla funzione Cartella Compressa, per utilizzare questo sistema occorre selezionare la cartella che si vuole zippare, cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare “Invia a > Cartella compressa”. In questo modo la cartella sarà inviata in un archivio con estensione .ZIP. 

Anche in questo caso il nome sarà lo stesso, se lo si vuole modificare cliccare con il tasto destro e selezionare la voce “Rinomina”.

Se si vuole decomprimere un file precedentemente zippato, ci sono due modi:

  • nel primo caso occorre selezionare la cartella all’interno del file zippato e spostarla in un’altra posizione;
  • nel secondo occorre selezionare l’archivio zippato, cliccare il tasto destro del mouse e selezionare la voce “Estrai tutto”.

Saper zippare delle cartelle e file al computer che si tratti di Windows o MAC è indispensabile, poiché è una competenza in più quando si deve lavorare al PC. Inoltre è un ottimo modo per risparmiare spazio nella memoria del dispositivo.

Se desideri maggiori informazioni su come si zippa una cartella su Mac o Windows, contatta i nostri esperti assistenti informatici.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Hai bisogno di assistenza informatica a Milano, Lodi, Monza e Brianza?

Non esitare a contattarci, saremo lieti di aiutarti.