configurare outlook

Come configurare Outlook sul tuo PC

Perché configurare Outlook? Parliamo di uno dei migliori programmi di casa Microsoft per la gestione della casella di posta elettronica, ed è  sempre già incluso fra le applicazioni del pacchetto Office, ossia l’insieme di applicazioni Basic a cui non possiamo rinunciare, come ad esempio Word, Excel, Power Point ecc.

La presenza di Outlook tra le app essenziali è la conferma di come questo programma sia ritenuto utile e necessario per chi possiede un PC o un Mac.

Di fatti, Outlook è disponibile per Windows e Mac OS e può essere anche scaricato su tutti i dispositivi mobili, indipendentemente dal sistema operativo.

Inoltre, è particolarmente apprezzato perché supporta all’origine tutti i principali provider di posta elettronica come Gmail, Yahoo e ICloud, e permette anche l’inserimento manuale di qualsiasi altro dominio che non sia nella lista dei più comuni. 

Si tratta, quindi, di uno strumento completo ed efficace, col quale consultare direttamente dal PC la posta elettronica senza dover accedere al sito del servizio scelto e ricevere notifiche in tempo reale dei nuovi messaggi in arrivo.

Ma vediamo come effettuare la configurazione posta elettronica Outlook con alcuni passaggi.

Configurazione Outlook su PC Microsoft

Settare la posta elettronica Outlook su Windows 10 è un’operazione assai semplice, soprattutto se si è in possesso di una mail associata ai provider più diffusi.

In questo caso, infatti, il riconoscimento avviene automaticamente e non è necessario fare altri passaggi di impostazione manuale.

La guida che stiamo per presentare è indicata per tutti coloro che si ritrovano davanti ad un primo accesso a Outlook. Chi ha già effettuato in precedenza il login con un determinato provider email e vuole aggiungerne un altro, deve seguire dei passaggi leggermente diversi.

Imposta Outlook ex novo per la prima volta

Se è la prima volta che apri Outlook, la prima schermata proposta è quella che invita a scrivere il proprio indirizzo mail, mostrando tutti i vari provider supportati in automatico.

Se la mail è riconducibile a uno di quei provider, allora è sufficiente inserire l’indirizzo di posta da configurare e successivamente, schiacciare il pulsante Connetti.

Dovrebbe quindi partire la configurazione automatica, dato che i provider sopracitati sono supportati nativamente da Microsoft Outlook, in pochi secondi la casella di posta sarà perfettamente funzionante.

Impostazioni Outlook: configurazione automatica in breve

  • Aprire Outlook è cliccare su File
  • Scegliere Aggiunti account per far partire la configurazione
  • Digitale l’indirizzo e premere su Connetti
  • Inserire la password della webmail e cliccare su Connessione
  • Premere su Fatto e chiudere la configurazione automatica

A questi passaggi, bisogna aggiungere un impostazione Outlook in modo che tutti i messaggi arrivino nelle cartelle giuste.

Cliccare su File e selezionare l’e-mail da verificare, cliccare su Impostazioni Account e selezionare Nome account e Impostazioni di sincronizzazione nel menu a discesa.

Sotto la voce Impostazioni cartella scrivere in maiuscolo “INBOX” per il Percorso cartella principale e cliccare su Seguente per salvare la modifica.

Concludere pigiando su Fatto, ora tutte le cartelle in Outlook saranno sullo stesso livello.

Configura Outlook manualmente

Se invece possiedi un indirizzo di posta elettronica non presente fra quelli supportati, allora dovrai procedere con la configurazione manuale.

Immetti il tuo indirizzo email nella barra indicata, spunta la voce affianco Consenti la configurazione manuale dell’account e premi Connetti.

A questo punto ti si aprirà una nuova schermata che ti proporrà la scelta fra due tipi di protocolli: il POP e l’IMAP.

Quello maggiormente consigliato è il secondo, il quale permetterà ad Outlook di connettersi al server della tua mail e scaricarne i contenuti senza che questi vengano eliminati dal server originale, memorizzandoli in una semplice cache.

Dopo aver scelto il protocollo, inseriamo i dati necessari nei campi Server e Posta delle sezioni Posta in arrivo e Posta in uscita (trovi i dati sul sito del tuo provider), ed infine, decidere se utilizzare un Metodo di crittografia o meno e confermare cliccando su Avanti.

Se tutto è stato fatto correttamente dovrebbe apparire la schermata finale di richiesta della password della tua email, una volta inserita si avrà l’accesso al server tramite il tasto Connetti e sarà possibile consultare la casella di posta.

Configurazione Outlook per Mac

Se utilizzi un Mac, la configurazione di Outlook è abbastanza simile a quella appena vista su Windows.

Come prima cosa, devi essere sicuro di aver scaricato l’ultima versione aggiornata di Outlook, per scoprirlo clicca nell’angolo alto a sinistra e su Informazioni, scegli Controlla aggiornamenti nel menu.

Dopo la verifica, avviare Outlook e selezionare la voce Preferenze, nella nuova finestra cliccare su Avanti e seleziona Nuovo Account (+).

Digitare l’indirizzo email e cliccare su Continua, poi inserire la password e confermare su Aggiunti account. Compilare gli spazi vuoti inserendo le informazioni mancanti. Outlook rileva automaticamente le impostazioni del serve, quindi, concludi cliccando su Fatto.

Qualora la tua webmail non è tra quelle già configurate su Outlook, segui lo stesso procedimento e poi clicca su Mostra impostazioni avanzate per inserire tutte le informazioni manualmente (rese disponibili dal tuo provider).

Nel caso in cui riscontrassi dei problemi nel capire come configurare Outlook o non riuscissi ad accedere alla tua posta elettronica, puoi sempre richiedere la nostra consulenza informatica per comprendere insieme se sia necessario chiamare l’assistenza per far riparare il tuo PC. In qualunque caso non esitare a contattarci!

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Hai bisogno di assistenza informatica a Milano, Lodi, Monza e Brianza?

Non esitare a contattarci, saremo lieti di aiutarti.